Ricordiamo a tutti i lettori che mettiamo a disposizione un sistema aperto che permette nella maniera più democratica di commentare liberamente qualunque notizia, attivando così dei forum di discussione. E' un modo di partecipazione alla vita calcistica dell'Eccellenza pugliese, ma non deve diventare occasione di sfogo volgare. Mantenete sempre alto il livello di civiltà ed evitate di offendere gli interlocutori. Per commentare le notizie occorre disporre di un profilo GOOGLE o BLOGGER.

MANDURIA / I calciatori precisano: "Tutti compatti nella protesta"

06 novembre 2010
di GIOVANNI GULLI
Continua la telenovela Manduria sul palcoscenico di questa stagione.
Dopo la pubblicazione del comunicato pervenutoci ieri mattina da parte della società, si registrano le reazioni dei calciatori che da fonti attendibili, in blocco, hanno tenuto a precisare che, contrariamente a quanto affermato dalla società che ha anche fatto il nome di alcuni atleti presunti “dissenzienti”, sono invece fermamente compatti relativamente all'intento di non allenarsi e non presentarsi domenica prossima sul campo del Sogliano per la dodicesima giornata del girone di andata.

Le rimostranze dei calciatori riguardano, oltre alla mancata corresponsione degli stipendi per la quasi totalità degli elementi in rosa e nel contesto temporale del rapporto fino ad oggi intrattenuto con la società di palazzo degli Imperiali, anche la totale assenza di una qualsivoglia forma di tutela ed interlocuzione credibile da parte della società.
Una delle critiche più sentite riguarda le continue promesse e rassicurazioni fatte a più riprese dagli esponenti della società ai calciatori circa l'imminente risoluzione della crisi societaria.
Se, per gli atleti della U.G. Manduria Sport, la misura è ormai colma, l'unica soluzione da praticare, a loro dire, per dare effettivamente una svolta, è quella di non presentarsi più tanto agli allenamenti quanto in campo.
Pur rispettando i sentimenti della tifoseria e dei veri appassionati di calcio manduriani, i calciatori non se la sentono più di andare avanti e di avere a che fare con una società assente, ragion per cui hanno deciso di adottare questa misura che noi non possiamo non definire veramente caustica.

Sul fronte societario, intanto, sembrerebbe affacciarsi un interlocutore presumibilmente intenzionato a valutare la possibilità di rilevare anche in toto la società del Manduria calcio.
Lo stesso, per voce dell'assessore del comune di Manduria, Stefanì, avrebbe chiesto della documentazione contabile che fornisca un quadro della situazione in essere e, in tal senso, il dimissionario presidente, Giannini, si starebbe adoperando a tempo di record per metterla a disposizione.
Data la situazione veramente al collasso, ormai, l'auspicio è che la matassa si sbrogli in fretta. Il mercato di riparazione è anche vicino per cui, se si vuole salvare il salvabile e recuperare al meglio il materiale umano, bisogna muoversi in fretta.

2 commenti:

Nickname unavailable ha detto...

Dilettanti vero? e si pagano stipendi? difficilissimo per noi oriundi capire come funziona. Grazie anticipatamente per una spiegazione.

admin ha detto...

Sono rimborsi spese che, nell'articolo, il nostro collaboratore ha erroneamente indicato come "stipendi"