Ricordiamo a tutti i lettori che mettiamo a disposizione un sistema aperto che permette nella maniera più democratica di commentare liberamente qualunque notizia, attivando così dei forum di discussione. E' un modo di partecipazione alla vita calcistica dell'Eccellenza pugliese, ma non deve diventare occasione di sfogo volgare. Mantenete sempre alto il livello di civiltà ed evitate di offendere gli interlocutori. Per commentare le notizie occorre disporre di un profilo GOOGLE o BLOGGER.

Lettera aperta al Presidente della FIGC Puglia, Vito Tisci

___________________________________________________
Ci è giunta in Redazione, nella mattinata odierna, una lettera aperta indirizzata al Presidente federale della LND Puglia, Vito Tisci, firmata da un "addetto ai lavori". Nella missiva si fa riferimento al tour de force che tutte le squadre partecipanti al campionato di Eccellenza Pugliese 2010/2011 sono costrette a seguire a causa dei ravvicinatissimi impegni programmati ad inizio stagione tra Campionato e Coppa Italia.
Accertata la veridicità della lettera e certi che questa garbatissima sottolineatura sia condivisa dalla maggior parte, se non dalla totalità, degli addetti ai lavori (come più volte espresso durante varie interviste) portiamo volentieri all'attenzione della Federazione pugliese, e ovviamente dei nostri lettori, la nota giuntaci.

Eccellenzapuglia darà spazio a tutti gli addetti ai lavori che vorranno replicare, in accordo o disaccordo, alla seguente lettera. La casella e-mail admin.eccellenzapuglia@gmail.com è a vostra disposizione.


Gent.mo Sig. Presidente della F.I.G.C. Puglia,

vorrei sottolineare l'eccezionalità di un campionato di calcio, quello di eccellenza pugliese, che definirei meglio come un torneo di lavori forzati. Tra campionato e coppa Italia dal 29 agosto al 19 dicembre, esattamente in meno di quattro mesi, le squadre che andranno avanti in coppa Italia disputeranno qualcosa come 27 partite. Il ritmo elevatissimo del susseguirsi delle gare si addice di più a squadre professionistiche in cui i calciatori sono curati da team di esperti della medicina, della dietologia e persino della psicologia.

Si tratterà di un cammino difficile se si tiene conto che tra non molto ci saranno campi resi pesanti dalla pioggia.
Giocare ogni tre giorni non è facile. La qualità del gioco, ma soprattutto le prestazioni dei calciatori non possono essere sempre ottimali. Per tecnici e preparatori è molto difficile allenare la squadra in modo efficace e in molte partite si notano situazioni di scarsa brillantezza, imprecisioni e un logico calo atletico.
Anche se le nostre squadre non disputano la Champions league, si va comunque in campo (ogni tre giorni) per vincere. Di eventuali defaillance della squadra bisogna comunque darne conto alla dirigenza e alla piazza.

Non dimentichiamo che oltre alla fatica fisica esiste una fatica psicologica. Gli atleti che vanno in campo sono dei ragazzi di 18 – 20 anni che non sempre reggono questi ritmi e si presentano agli allenamenti e alle partite affaticati mentalmente e fisicamente. Il ravvicinato numero di eventi agonistici non consente di mantenere sempre alta la tensione nervosa ne di eliminare totalmente i residui di fatica accumulati nella partita precedente e quindi di raggiungere un'adeguata rigenerazione per affrontare al meglio quella successiva.

Un altro aspetto non meno importante del precedente è che nel momento in cui si stilano i calendari di eccellenza pugliese ci si dimentica che i dirigenti, massaggiatori, calciatori e tecnici appartengono al mondo dei dilettanti e quindi effettuare una partita infrasettimanale comporta dei problemi con il lavoro (bisogna chiedere dei giorni di ferie, cambiare turni, chiedere un favore ad un collega, ecc.).
Inoltre non dimentichiamo che alcuni atleti, soprattutto under, sono dei ragazzi che frequentano la scuola e molti di essi frequentano l'ultimo anno che li proietta verso l'esame di maturità. Per presentarsi all'impegno agonistico in condizioni decenti si effettuano in queste occasioni anche degli allenamenti mattutini e quindi molto spesso questi ragazzi sono costretti a rinunciare alla scuola anche due o tre volte a settimana.

Certo che nei prossimi anni si presterà maggiore attenzione nel momento in cui verrà stilato il calendario del campionato di eccellenza, porgo i miei più cordiali saluti e Vi faccio un grosso in bocca al lupo per il proseguo della Vostra non facile attività di dirigente.

Un addetto ai lavori

3 commenti:

l'alchimista ha detto...

NON VOGLIO RITORNARE SU COSE CHE NOI "ADDETTI AI LAVORI"CONASCIAMO A MEMORIA DA ANNI,VORREI INVECE CHIEDERE A VOI DI E.P.IL SIG. TISCI HA DATO UNA SUA VERSIONE DI TUTTO CIO'?
SE NON RICORDO MALE IL SONDAGGIO DAVA 270 A 1(FORSE HA VOTATO TISCI).
SPERO DI AVERE UNA RISPOSTA.
GRAZIE

admin ha detto...

Per "l'alchimista":

Con nostro sommo rammarico, nonostante abbiamo inviato la lettera, per correttezza, al presidente Tisci ed a diversi dirigenti federali, nessun commento è giunto a tutt'oggi presso la nostra Redazione, nè da parte della Federazione nè tanto meno da altri allenatori, preparatori atletici o altri addetti ai lavori.

Tanto dovevamo. Saluti

admin ha detto...

PER TUTTI GLI UTENTI:

Vi preghiamo ancora una volta di non inserire al margine degli articoli commenti lesivi della dignità altrui o palesemente offensivi.
Così facendo mettete solo in difficoltà noi e, soprattutto, voi stessi perchè oltre ad essere passibili di denuncia non incentivate di certo il nostro operato, anzi..
Voglio altresì rendervi noto, rispetto al mio commento precedente, che il presidente Tisci ha colto il nostro invito e ci ha contattato in settimana per una breve chiaccherata di cui vi daremo conto con un articolo.

Saluti a tutti ;)