Ricordiamo a tutti i lettori che mettiamo a disposizione un sistema aperto che permette nella maniera più democratica di commentare liberamente qualunque notizia, attivando così dei forum di discussione. E' un modo di partecipazione alla vita calcistica dell'Eccellenza pugliese, ma non deve diventare occasione di sfogo volgare. Mantenete sempre alto il livello di civiltà ed evitate di offendere gli interlocutori. Per commentare le notizie occorre disporre di un profilo GOOGLE o BLOGGER.

COPERTINO / Niente da fare, Andrea Corallo torna a Galatina

01 agosto 2010
di GIUSEPPE CAVALERA
Il Copertino del riconfermato Gianfranco Castrignanò dovrà fare a meno, per la stagione ormai alle porte, dell'apporto del trequartista Andrea Corallo (NELLA FOTO).
Il centrocampista col vizio del gol, approdato in rossoverde ad inizio stagione, tornerà infatti a vestire la maglia della Pro Italia Galatina, compagine militante nel campionato di Promozione girone B dopo averla abbandonata, appunto, lo scorso settembre per accasarsi nel sodalizio presieduto da Maurizio Fanuli.
Proprio il presidente copertinese aveva dichiarato a più riprese di volerlo trattenere anche per il 2010/2011, ma evidentemente il richiamo della "sua" Galatina, compagine nella quale è capitano da ben tre stagioni, è stato decisamente più forte.
Una perdita non indifferente per il reparto avanzato del Copertino visto anche lo score di reti messo a segno da Andrea Corallo nei 5 mesi in maglia rossoverde, ben 9.
A Galatina il trequartista salentino troverà diversi volti noti dell'Eccellenza pugliese (tra gli altri Francesco Morleo, Mimmo Oliva, Fabio Disantantonio) che hanno scelto, come lui, l'ambizioso progetto della Pro Italia.

In casa Copertino, invece, gli sforzi di patron Fanuli e co. saranno ora tutti puntati alla riconferma del capocannoniere dello scorso torneo Angelo De Benedictis che nei prossimi giorni dovrebbe rinnovare l'intesa con il club rossoverde nonostante le numerose richieste arrivategli anche da altri team di serie D ed Eccellenza (Nardo' e Bisceglie in testa) e del suo omonimo Andrea De Benedictis, capitano e baluardo della difesa rossoverde, anche lui probabile riconferma.