Ricordiamo a tutti i lettori che mettiamo a disposizione un sistema aperto che permette nella maniera più democratica di commentare liberamente qualunque notizia, attivando così dei forum di discussione. E' un modo di partecipazione alla vita calcistica dell'Eccellenza pugliese, ma non deve diventare occasione di sfogo volgare. Mantenete sempre alto il livello di civiltà ed evitate di offendere gli interlocutori. Per commentare le notizie occorre disporre di un profilo GOOGLE o BLOGGER.

A. Cerignola: Ambiente euforico. E ora si sogna lo sgambetto alla capolista

11 febbraio 2010
di ANTONIO VILLANI
«Cerignola non ti fermare». E’quanto hanno gridato i tifosi durante l’ultimo allenamento di Renna.
C’è adrenalina tra i simpatizzanti gialloblu in vista dell’arrivo della capolista Nardò al “Monterisi” domenica prossima. Un’euforia dovuta soprattutto ai sette risultati
utili consecutivi raccolti nelle ultime sette giornate con quattro successo (di cui due in trasferta) e tre pareggi.

Il Cerignola non si accontenta e vuole ancora di più da questo campionato.
«Battere la capolista sarebbe davvero un bel regalo da fare ai tifosi che ci hanno sempre sostenuto anche nei moneti più difficili – dice il dg Francesco De Cosmo -. E’ un momento di grande fiducia che circonda la squadra e la dirigenza. Ma il vero merito va ai tifosi che ci hanno seguito ovunque in questa stagione».
Già, la tifoseria gialloblu ha in serbo delle coreografie particolari per la giornata di domenica.

Intanto la squadra ha lavorato serenamente in questi giorni: Pasculli, Palumbo, Conte e Marino sono consapevoli dello loro stato di forma e vorrebbero battere la capolista.

Il tecnico Notariale (nella foto a destra) ci crede anche se continua a ripetere che la sua squadra non è ancora una macchina perfetta
«Bisogna sempre lavorare. Abbiamo dei difetti, commettiamo ancora delle ingenuità. Il calcio è così: magari migliori nei particolari, poi prendi gol per un episodio sfortunato – asserisce -. Noi dobbiamo sempre fare la prestazione, poi accetteremo il verdetto del campo. Questa è la mia idea».

Ma questo Cerignola è finalmente diventato cinico: ora si segna anche negli ultimi minuti com’è capitato domenica scorsa ad Altamura.
«Bisogna avere innanzitutto dei giocatori che credono fino in fondo che la partita si può riaprire, si può rimediare se si sta perdendo o se si sta pareggiando – continua Notariale –. E’ quello che voglio che facciano i ragazzi. Poi dopo si può anche perdere, però si esce dal campo con la consapevolezza di aver dato tutto fino all'ultimo secondo. Se un allenatore ha giocatori che recepiscono questo messaggio, si possono ottenere questi risultati».

Bisogna eliminare certe amnesie dei mesi scorsi. Il Cerignola si affida ai giovani: Comperichio, Patruno, Tarantino e Grieco potrebbero essere della gara. Ma si punta sempre sull’esperienza di Ernesto Verolino.
«Spero di segnare ancora – dice l’attaccante – è un momento felice per tutti. Come sarebbe bello, però, fare gol alla capolista e incamerare i tre punti».

(G.d.M.)

3 commenti:

Antonio ha detto...

Barattiamo un goal di Verolino con tre del Nardò!

Sorraf ha detto...

Speriamo che i nostri calciatori dell'Audace non si montino la testa e rimangano con i piedi ben piantati per terra. Devono crederci fino al 95' che il risultato positivo può sempre arrivare

BN-98 ha detto...

forza ragazzi espugnamo pure cerignola e portiamoci a casa 3 punti fondamentali!!!
TUTTI A CERIGNOLAAAAAA!!!!!!!!!