Ricordiamo a tutti i lettori che mettiamo a disposizione un sistema aperto che permette nella maniera più democratica di commentare liberamente qualunque notizia, attivando così dei forum di discussione. E' un modo di partecipazione alla vita calcistica dell'Eccellenza pugliese, ma non deve diventare occasione di sfogo volgare. Mantenete sempre alto il livello di civiltà ed evitate di offendere gli interlocutori. Per commentare le notizie occorre disporre di un profilo GOOGLE o BLOGGER.

Bisceglie - Liberty Molfetta 2-3 *FOTO*

Il derby dai due punti di vista

▼ DAGLI SPALTI NERAZZURRI

21 febbraio 2010
di ALESSANDRO CIANI PASSERI
Clamorosa e rocambolesca, non si potrebbe definire altrimenti la sconfitta rimediata questo pomeriggio dal Bisceglie Calcio nel derby contro il Liberty Molfetta.
Un match molto maschio, spigoloso, ma comunque corretto e ricco di episodi chiave che ne hanno caratterizzato e alla fine deciso il match.
Il Bisceglie ha condotto e diretto il gioco per tutta la gara, mettendo in seria difficoltà i più quotati avversari e riuscendo a passare in vantaggio per ben due occasioni, prima di capitolare per due grossolani errori dell'estremo di casa Moschetto, subentrato nella seconda frazione al giovane Leuci e capitato in una giornata davvero da dimenticare (nella foto: Moschetto esce dal campo in lacrime consolato da compagni ed avversari - S. Porcelli).
Una sconfitta che ora costringe i nerazzurri a guardarsi alle spalle da una zona Play Out che sembra tutt'altro che uno spauracchio a causa della concomitante vittoria del Tricase (sestultimo) ora distante appena quattro lunghezze.
Eppure, come spesso accaduto in questo girone di ritorno, il Bisceglie non dispiace per generosità e cuore in campo; ma purtroppo alcuni episodi sfavorevoli hanno costretto i nerazzurri a lasciare l'intera posta in palio e dei punti che sarebbero stati pesantissimi.
Davanti ad oltre 700 spettatori, quasi tutti assiepati per l'occasione in Tribuna, e senza nessun tifoso ospite per rispetto del divieto imposto dalla Prefettura di Bari le due squadre sono scese in campo entrambe con l'obiettivo di centrare la vittoria.
Il tecnico biscegliese Di Corato recupera Diliso e Tritta, regolarmente in campo nei loro rispettivi ruoli, ma deve fare a meno dei giovani Bufi e Colapietro; in porta c'è il giovane Leuci preferito a Moschetto, con quindi ben 4 under in campo.
Nel Liberty, sconfitta in settimana dal Nardò in finale di Coppa Italia, non c'è nè Ingrosso (presente nei distinti e pesantemente contestato dai tifosi nerazzurri) nè Carteni, mentre in attacco viene dato spazio al duo formato da Uva e Suarez.

PRIMO TEMPO - Pronti via e il Bisceglie passa subito in vantaggio all' 8' grazie ad una magistrale punizione battuta dal difensore centrale Roberto Lasalandra.
Il Bisceglie è grintoso sui portatori di palla biancorossi che soffrono il pressing di Malerba e compagni.
Al 12' il Molfetta ci prova con Bennardo che sottoporta manda alto un ottimo pallone.
Al 20' Diliso lancia Tritta, ancora in non perfette condizioni, ma il numero 10 stellato non aggancia a due passi dalla linea di porta.
Al 31' Malerba crossa dalla destra colpo di testa di Di Pinto che manda alto.
Il volenteroso Bisceglie lotta su tutti i palloni con grinta e determinazione seppur pecca di precisione in alcune occasioni in mediana e in difesa. Su una palla persa a centrocampo, Monticelli si fionda in area verso Leuci, ma quest'ultimo è miracoloso nel bloccarlo al momento del tiro. Sul susseguente rinvio corto del giovane portiere stellato, Suarez recupera palla, entra in area ma cade a terra dopo uno sgambetto di Malerba. Per il direttore di gara, il romano Timpani, è calcio di rigore che Uva trasforma portando i suoi sull´1-1.
La prima frazione si chiude con un'occasionissima per Di Pinto che confeziona una palla goal sventata miracolosamente da Affinito.

SECONDO TEMPO - Nell'intervallo l'estremo nerazzurro Leuci accusa un malore ed è costretto a lasciare il campo facendo spazio a Moschetto.
Dopo una bella girata al volo di Di Pinto che si spegne al lato, la gara si rimette in discesa per i nerazzurri quando lo stesso numero 11 stellato viene steso in area da Carlucci al 12': rigore che si incarica di battere e trasformare il bomber originario di Barletta, al suo undicesimo centro stagionale.
Il Molfetta, punto nell'orgoglio, cerca di alzare il baricentro buttandosi in avanti. Il Bisceglie regge con ordine cercando delle rapide ripartenze in contropiede con Di Pinto e il neo entrato Romito (entrato al posto dello sfortunato Tritta, colpito duro).
Al 21' però un innocuo cross di Sisalli dalla destra coglie impreparata la retroguardia nerazzurra, Moschetto compreso, con la palla che si insacca incredibilmente in rete.
Ma il peggio purtroppo deve ancora arrivare.
Al 31' Moschetto sbaglia clamorosamente il rinvio servendo la palla sui piedi di De Porras che brucia i suoi marcatori e scarica in rete il goal vittoria per la Liberty.
Increduli i tifosi di casa e gli atleti in campo, con i nerazzurri che si trovano incredibilmente sotto per la prima volta durante l'arco della partita e dopo aver condotto il match. La rete pesa come un macigno sul morale dei nerazzurri e su quello del numero 12 nerazzurro.
Da quel momento non succede più nulla, con il match che si chiuderà con la vittoria degli ospiti e con l'estremo biscegliese Moschetto in lacrime consolato dai suoi compagni e dai giocatori avversari.

▼ DAGLI SPALTI BIANCOROSSI

21 febbraio 2010
di GIUSEPPE FACCHINI
Ritornare a vincere per dimenticare la sconfitta in Coppa e continuare la rincorsa al primato del Nardò. Alla richiesta di riprendere bene la propria avventura in campionato il Liberty Molfetta ha risposto in maniera positiva, battendo il Bisceglie anche se con non poche difficoltà (nella foto: una fase del match - S. Porcelli).
Un derby ad alta tensione. Questo lo si sapeva già dalla vigilia tanto che il Prefetto di Bari ha impedito la trasferta biscegliese ai tifosi biancorossi, ma non è bastato. Il fanatismo ha cercato di giocare la sua partita anche oggi e così è successo che un gruppo di tifosi (se così si possono chiamare) costringono la rappresentanza libertina, composta da giocatori indisponibili e dirigenti, a guardare la partita non dagli spalti, né dalla gradinata, ma da un angolino del terreno di gioco dove, almeno lì, nessuno avrebbe fatto minacce di alcun tipo.

Beppe Ingrosso, ex tanto osannato a Bisceglie quanto visto ora come un traditore, si è sentito gridare di tutto, rischiando anche qualche “incontro del terzo tipo” con alcuni biscegliesi per nulla rassegnati al suo addio. È volato qualche schiaffo, ma alla fine al peggio non si è arrivati.

In campo, senza mezza difesa, Nicola Di Leo ha dovuto schierare Menga e Carlucci davanti ad Affinito e insieme a Visceglia e Bennardo in retroguardia. A centrocampo si è rivisto dal primo minuto Francesco Bitetto, mentre in avanti ancora fiducia al duo Uva-Suarez.
La gara è stata certamente divertente e ricca di emozioni, culminati alla fine con una papera colossale del secondo portiere nerazzurro Moschetto che ha consegnato su un piatto d’argento il golden goal a De Porras, in campo nella ripresa per l’infortunato Uva.
Il ritardo dai neretini è sempre di tre lunghezze, ma non è ancora detta l’ultima, sebbene la compagine granata riesca a vincere anche contro squadre insidiose come il Castellana.

Ma ecco la sintesi della partita odierna del “G. Ventura”.

PRIMO TEMPO - Dopo appena otto minuti il match si mette già tutto in salita per il Liberty. Lasalandra batte Affinito con un bel calcio di punizione da fuori e Bisceglie subito in vantaggio.
Il colpo ricevuto non demoralizza il Molfetta e al 13’ Bennardo ha la possibilità di pareggiare i conti, ma da pochi passi dalla linea di porta il suo è un tiraccio che finisce altissimo.
Al 32’ Di Pinto per poco non approfitta di un’incertezza del numero uno biancorosso in uscita e spara alto, mentre al 38’ Monticelli fa tutto bene in fase di preparazione ma si fa anticipare dal portiere biscegliese Leuci in uscita.
Passa un minuto e Suarez va giù in area di rigore nerazzurra. Il Sig. Timpani di Roma non ha dubbi e concede il penalty al Liberty. Uva dagli undici metri non sbaglia e il risultato torna in parità.
Al 45’ Affinito è costretto agli straordinari su un Di Pinto in giornata ed evita la rete avversaria come meglio può, dopo che lo stesso numero 11 biscegliese è stato bravo a sospendere la difesa libertina.

SECONDO TEMPO - Nella ripresa mister Di Corato cambia Leuci con Moschetto tra i pali e mossa meno felice non poteva esserci.
Eppure, al 7’ Di Pinto al volo facendo quasi la barba al palo creando paura nella difesa molfettese, mentre al 12’ si fa abbattere da Carlucci in area e guadagna un calcio di rigore. A dirla tutta il contatto è parso molto dubbio, ma, in ogni modo, lo stesso bomber di casa gonfia la rete e riporta i suoi in avanti.
Al 20’ Monticelli perde l’attimo giusto per battere a rete da posizione favorevole e si fa anticipare da Malerba e Moschetto. Sul calcio d’angolo seguente Menga batte corto verso Sisalli che, con un tiro-cross sul quale nessuno tocca la palla, rimette in gara il Molfetta. È il momentaneo 2-2.
Al 31’ De Porras cerca la gloria personale con un pallonetto dal limite ma senza successo.
Nella seguente rimessa in gioco coi piedi, Moschetto anziché gettare la sfera il più lontano possibile la regala allo stesso attaccante italo-argentino, il quale, resistendo alla carica di due difensori, realizza il goal-vittoria.
Non succede più nulla se non l’abbraccio, dopo il triplice fischio, di compagni ed avversari al numero dodici di casa, visibilmente amareggiato per l’errore decisivo e per i cori poco incoraggianti del suo pubblico.

POST GARA - “Tre punti importanti per restare sulla scia del Nardò”. Questo il commento del DT molfettese Emanuele Belviso. “C’era un po’ di stanchezza per la partita di giovedì, ma alla fine bisogna fare i complimenti a tutti i ragazzi per aver vinto una gara così importante. Fortunati? Nella finale di Coppa Italia abbiamo regalato noi due goal agli avversari ed abbiamo perso. Nel calcio e nella vita capita a chiunque di sbagliare, ma, lo ripeto, il merito di questi tre punti è soprattutto il nostro che ci abbiamo creduto fino alla fine ed abbiamo cercato con tutte le nostre forze di vincere”.


▼ Le Foto del match a cura di S. Porcelli




AS BISCEGLIE
Leuci (46' Moschetto), Di Liso, Quercia, Rufini, Boffoli, Lasalandra, Malerba, Palazzo (59' Porcelli), Mazzone, Tritta (48' Romito), Di Pinto

LIBERTY MOLFETTA
Affinito, Visceglia, Menga, Carlucci, Bennardo, La Fortezza (75' Zaccaro), Monticelli, Uva (54' De Porras), Sisalli (91' Frisenda), Suarez

Arbitro: Timpani di Roma 2
Marcatori: 8' Lasalandra BIS, 33' rig. Uva LIB, 58' rig. Di Pinto BIS, 66' Sisalli LIB, 76' De Porras LIB
Ammoniti: Diliso, Lasalandra BIS / La Fortezza, Sisalli, De Porras LIB
Espulsi: nessuno

24 commenti:

Antonio ha detto...

E' una vergogna!!!!!!!!

rusma69 ha detto...

NELLE ULTIME 4 GIORNATE TUTTI IPORTIERI AVVERSARI DEL MOLFETTA HO HANNO IMPROVVISA PARALISI O SI SENTONO MALE O........BASTA CHE QUALCUNO FACCIA CHIAREZZA

Antonio ha detto...

E il bello è che pure gli allenatori contribuiscono, ieri la cosa è stata lampante, prima ha messo l'under, ma con lui era dura perchè ignaro perciò è stato sostituito con chi sapeva. Questo è quello che penso, e quello che si è visto ieri in diretta.

coregranata86 ha detto...

nn vi preoccupate con noi queste cose nn succederanno..visto che solo così state vincendo..

emmesse ha detto...

Per Antonio e Rusma La chiarezza è documentata dalla foto del ragazzo che esce dal terreno di gioco in lacrime.
La vera vergogna sono le vostre accuse infamanti.

LU ha detto...

....ahahah...vinti tre derby su tre...che goduriaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

BN-98 ha detto...

incredibile ma vero.......
non so piu' che pensare ormai ogni domenica ne succede 1 e guarda caso tutte in favore del molfetta!
non me la prendo con i tifosi che giustamente ne godano ma con il presidente ladrone che avete e state sicuri che la museruola le la mettiamo noi quando viene a nardo' !!
cmq spero per i tifosi del molfetta di trovare la D (x playoff pero' ;) ) perche' i tifosi lo meritano!
AVANTI TORO!!
E domenica sarete voi i prossimi terlizzesi!

to ha detto...

ma non vi vergognate di buttare fango su di un ragazzo che è uscito piangendo dal campo?, il primo gol è giunto su di un traversone di quelli che mette in difficoltà qualsiasi portiere, l'ha preso anche Buffon un gol simile ieri, sul secondo è stato il portiere o la difesa?, da quello che sò io, sulla rimessa del portiere si mette sempre un difensore sull'ultimo attaccante proprio nel caso il portiere sbagliasse il rinvio, e poi un pò di merito lo volete dare a De Porras che ha resistito benissimo al ritorno di due difensori, non uno,.

angelo biancorosso ha detto...

un pò di fortuna ci vuole rispetto a tutta qll k abbiamo subito in tutto il girone di andata

LU ha detto...

avete dimenticato i due goal in finale di coppa su punizione che abbiamo subito con la complicità del ns. portiere? son cose che succedono a chiunque...e noi non ci siamo sognati nemmeno un attimo di contestare il ns. portiere..un under del resto..su ogni goal subito qualunque portiere potrebbe fare di piu'...se con il corato siamo stati sfigati ieri non lo siamo stati..tutto qua..quello di ieri qualcuno forse dimentica che è stato un DERBY..

to ha detto...

invece di sparare cazzate su portieri comprati, spiegatemi tutto l'accredine del Taurisano, senza motivo, non è che c'è qualcosa sotto, chi vuole intendere intenda

natosottoilsegnodeltoro ha detto...

ecco il calendario COMBINE di canonico... Apre le danze il portiere del Locorotondo Loporchio, poi gli fa eco il portiere del Copertino Di Candia, quindi é il turno di Silipo del Taurisano, infine tocca a Moschetto del Bisceglie. buon campionato!!!

natosottoilsegnodeltoro ha detto...

x TO Arrampicarsi sugli specchi non ne vale la pena Chi ha orecchie intenda, chi ha denaro lo spenda....

LU ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
LU ha detto...

siete patetici e infamanti quando fate certi commenti...che c'è cominciano a tremar le gambe? per quanto riguarda loporchio le papere le ha fatte anche quando giocava in altre squadre..capita..il portiere del taurisano assolutam no visto che poi la partita è finita in rissa(e nel taurisano se non erro ci gioca qualcuno natio di nardò...mmm!!)..il portiere del copertino non ha colpe..quel tiro era imprendibile anche per buffon..e moschetto ha fatto semplicem un rinvio errato..uno di quelli che spesso ha fatto anche il ns. portiere..è colpa anche della sua difesa se de porras si è involato e ha fatto gol..se vuoi cominciamo ad analizzare qualche espulsione inflitta ingiustam ai ns. e di rigori e gol annullati..che poi non so perchè fate sempe azione di disturbo commentando le ns. partite..noi non vi calcoliamo per nulla..

to ha detto...

per natosotto...., non mi sto arrampicando sugli specchi ed ho buone orecchie, caso strano domenica Menolascina del Terlizzi, che era diffidato, è stato ammonito, ingiustamente dalle immagini, e da solo vale mezzo Terlizzi, e non venire a raccontarmi che avete scomodato l'Argentina senza soldi, a meno che gli pagate solo vitto e alloggio.

coregranata86 ha detto...

veramente avete cominciato voi dicendo che il campionato è deciso che dobbiamo vincerlo noi..ovviamente se poi in 5 gare 4 ve le regalano i portieri avversari nn stiamo di certo zitti..cmq nn mi sembra che menolascina sia diego armando maradona..una squadra che vuole vincere il campionato nn si aggrappa ad un solo giocatore..

to ha detto...

veramente non abbiamo iniziato noi, perchè su tu avessi avuto i torti arbitrali avuti da noi e le cose strane successe, ti faccio un esempio, partita Molfetta - Copertino, secondo tempo un giocatore del Copertino a terra fuori dal terreno di gioco, e preciso fuori dal terreno di gioco, dopo un minuto abbondante, l'arbitro ferma una nostra azione pericolosa per andare a sincerarsi delle sue condizioni, il giocatore era fuori, visto che non era niente gli ha dato la mano e lo ha fatto rientrare lui sul terreno, è possibile ciò? e l'ultima in ordine di tempo domenica scorsa come mai a noi ed al Trani un arbitro di fuori Regione ed a voi un arbitro di Taranto, caso strano sempre di Taranto? io voglio sempre credere in un calcio pulito ma quello che succede ti lascio allibito, ti faccio un altro esempio è possibile che nella sezione di Nichelino ci siano gli arbitri migliori o e perchè Pairetto è di Nichelino, quella sezione ha arbitri in tutte le categorie.

coregranata86 ha detto...

mamma mia come siete complessati..prima cosa con i tarantini nn andiamo certo d'accordo..seconda cosa l'arbitro era di brindisi e terza noi favori nn ne abbiamo mai ricevuti e i portieri contro di noi PARANO..

LU ha detto...

ben detto to...e poi perchè non parlano del rigore assegnato al bisceglie totalmente inesistente? ma sciatavin và...

BN-98 ha detto...

io invece dico solo una cosa........:
SALUTATE LA CAPOLISTA E PURE I CAMPIONI DELLA PUGLIA!!!
AVANTI TORO AVANTI RAGAZZI SIAMO I PIU' FORTI SBRANIAMOCELI TUTTI!!!

to ha detto...

ma io non ho alcun problema a salutare la capolista, perchè il Nardò è meritatamente prima ho solo detto che certe cose fanno pensare

natosottoilsegnodeltoro ha detto...

x TO

sono daccordo con te... certe cose FANNO PENSARE!!!

caro TO ognuno e libero di di comporre la squadra come meglio li pare. argentini, brasiliani o olandesi, ma sempre nel lecito. a taurisano anche se gioca un nostro compaesano, non vuol dire che cè malafede. si è comportato non poco bene anche qui a nardò quando e venuto col taurisano. quindi noi quei miseri 61 punti se non fossero stati per sviste arbitrali sarebbero stati 78!!! SALUTATE LA CAPOLISTA.

BN-98 ha detto...

invadiamo terlizzi!