Ricordiamo a tutti i lettori che mettiamo a disposizione un sistema aperto che permette nella maniera più democratica di commentare liberamente qualunque notizia, attivando così dei forum di discussione. E' un modo di partecipazione alla vita calcistica dell'Eccellenza pugliese, ma non deve diventare occasione di sfogo volgare. Mantenete sempre alto il livello di civiltà ed evitate di offendere gli interlocutori. Per commentare le notizie occorre disporre di un profilo GOOGLE o BLOGGER.

Atletico Corato - Massafra 0-1

21 febbraio 2010
di ALESSANDRO CASTRIGNO
E’ proprio un anno stregato per il Corato per quanto riguarda le partite casalinghe.
Dopo le sconfitte in ordine di tempo con Terlizzi, Cerignola e Nardò, i neroverdi perdono tre punti importanti anche con il Massafra, complicando così il discorso salvezza.
Una sconfitta in verità per nulla meritata, considerate le diverse occasioni non sfruttate soprattutto per la giornata di grazia del portiere ospite. Gli avversari invece sfruttano a pieno la prima reale occasione da rete.

Prima del fischio di inizio Schirone riceve una targa che celebra le sue 100 presenze con la maglia neroverde. Ricorrenza che inoltre spinge la squadra a concedergli la fascia da capitano.

PRIMO TEMPO - Un dominio quello coratino che le azioni da rete dimostrano.
Dopo 30 secondi Di Senso è solo davanti al portiere, ma non è abbastanza freddo da superarlo.
Al 5’ gol annullato a Cesareo per una probabile trattenuta su un difensore.
Cinque minuti più tardi lo stesso attaccante è lesto ad aggirare un difensore, ma la sua conclusione vede la pronta respinta di Minno.
Al 24’ colossale occasione per Di Domenico che colpisce il palo, la cui ribattuta perviene sui piedi di Picciariello che manda sull’esterno della rete.
Al 35’ è ancora Cesareo a rendersi pericoloso con un colpo di testa su punizione di Schirone.
Al 40' i tarantini alla prima azione di attacco sfiorano il gol, ma Scippo cicca clamorosamente la sfera da buona posizione.

SECONDO TEMPO - Nella ripresa non c’è più Cesareo, ammonito nella prima frazione.
Al 9' al primo tiro in porta il Massafra passa in vantaggio. Un tiro senza grosse pretese di Tondo non viene bloccato da Paternicò, che viene beffato da Patera, arguto ad approfittare della corta respinta.
Due minuti dopo Scippo può raddoppiare, ma la sua conclusione termina di poco sul fondo.
Al 13' inizia lo show del portiere ospite. Su gran botta di Di Domenico, altrettanta risposta dettata dai riflessi di Minno.
Al quarto d’ora è Tondo su calcio di punizione dal limite a mettere i brividi ai tifosi di casa.
Al 35’ punizione del solito Schirone respinta dal portiere con un tuffo in angolo.
Due minuti dopo doppia occasione per Di Domenico nel corso di un minuto. Prima è solo la bravura del portiere ad infrangere i sogni di gloria con un balzo felino; subito dopo la sua zuccata termina di pochi centimetri fuori.
L’ultima occasione è di Picciariello che tenta il suo classico tiro insidioso, ma Minno deve usare tutta la forza e la sua agilità per togliere la sfera diretta all’incrocio dei pali.
Termina così un match che come detto il Corato ha dominato ma non è riuscito a portare in porto sprecando una buona occasione per tirarsi via dalla zona pericolosa.
Domenica prossima banco di prova difficile per i lotitiani, attesi dal derby con il Trani.


ATLETICO CORATO
Paternicò, Gusmai, Schirone, Picciariello, Ricci, Baldassarre, Di Senso, Luciani (62' Porcelluzzi), Di Domenico, Cesareo (46' D’Ambrosio), Mastrorillo (66' Campanale).

MASSAFRA
Minno, Lopetuso, Carlucci, Patera, Salvia, Luccarelli, Scippo, Russo, Tondo, Perrone, Ciaurro.

Arbitro: Lopetuso di Foggia
Marcatori: 9' Patera
Ammoniti: Cesareo COR / Lopetuso, Scippo, Ciaurro MAS
Espulsi: nessuno

4 commenti:

bruco ha detto...

lotito ma v............. hai fatto il casino ieri cambi e portiere di merda , vattene incompetente , nn stavi mica vincendo che hai fatto uscire cesareo x un centrocampista , di senso picciariello che cosa stavano a fare in campo ? sei la rovina di corato dimettiti.

drago ha detto...

concordo con te bruco, finalmente uno che cita anche gli intoccabili, (piccisriello - di senso ) sembravano stessero giocando a chi sbagliava di più.
Poi i cambi!!!!! Fuori Luciani che forse era l'unico a cercare di far ragionare la squadra, fuori Cesareo che è l'unico capace di saltare l'uomo. Poi l'errore del portiere e di tutta la difesa anche se ritengo che non sia giusto prendersela con un ragazzino di 18 anni che, non capisco xchè, è stato preso da mira da alcuni incompetenti fin dall'ingresso delle squadre in campo,

bruco ha detto...

drago hai ragione ma il portiere ha 8 10 punti sulle spalle è normale che i tifosi si arrabbino.il problema sono stati i cambi luciani l unico che sa tener palla, cesareo inspiegabile cambio e porcelluzzi entrato troppo tardi. picciariello di senso mastrorillo ma x favoreeeeeeeeee. tenzone menolascina manzari . presidente questi sono campioni impara da d alesssio.

bruco ha detto...

dimenticavo ragno si puo chiamare allenatore un vincente, lotito impara.