Ricordiamo a tutti i lettori che mettiamo a disposizione un sistema aperto che permette nella maniera più democratica di commentare liberamente qualunque notizia, attivando così dei forum di discussione. E' un modo di partecipazione alla vita calcistica dell'Eccellenza pugliese, ma non deve diventare occasione di sfogo volgare. Mantenete sempre alto il livello di civiltà ed evitate di offendere gli interlocutori. Per commentare le notizie occorre disporre di un profilo GOOGLE o BLOGGER.

Massafra - Nardo' Calcio 0-0 *VIDEO*

14 marzo 2010
di GRAZIANO FONSINO
Missione compiuta. L’obiettivo del Massafra era vendere cara la pelle, e così è stato. 0-0 contro un Nardò deludente dal punto di vista del gioco e delle idee.
Gara magistrale per gli uomini di Marangio. Non c’è Piccolo dall’inizio, il tecnico lo tiene in panchina, mentre nell’undici titolare si rivede Dragone, che sostituisce Russo squalificato.
Non c’è Patera, bloccato dall’influenza, mentre in difesa si rivede Zangla a far coppia con Lopetuso. Davanti ci sono Turi e Tondo.
Dall’altra parte la formazione neretina è quella preannunciata. Occhi puntati sulla coppia argentina Montaldi – Di Rito (nella foto: una fase di gara - F. Pero).


PRIMO TEMPO - È un Nardò che prova a mordere subito un Massafra che appare inizialmente confuso. Ci si aspetta molto da Montaldi, ma la sua prima conclusione è tutt’altro che precisa.
I padroni di casa sembrano prendere le misure con il passare dei minuti, ma arrivare dalle parti di Bassi rimane un miraggio. I massafresi si affidano ai lampi di Turi, che scatta al 12’ verso la porta avversaria lanciato da Tondo, ma Bassi fa buona guardia, mentre al 13’ Frascolla è costretto ad intervenire sulle caviglie di Perrone per arginarlo sulla sinistra, e la punizione seguente fa venire i brividi sulla schiena di Bassi. Rasoiata di Tondo e deviazione sottoporta che non arriva per questione di centimetri.
Succede poco e nulla, con l’unico sussulto su corner massafrese al 27’ su cui Bassi è costretto a smanacciare. La squadra di Marangio non ha fretta, il Nardò non vuole rischiare e alla fine le occasioni, se così possono chiamarsi, arrivano con il contagocce.
Il secondo tiro in porta della capolista arriva su calcio piazzato, da applausi la presa plastica con cui Minno neutralizza in volo.


SECONDO TEMPO - Nella ripresa Lopetuso al 7’ interviene al volo su un cross da calcio piazzato di Tondo, ma la palla sorvola la traversa.
Poi ci prova proprio Tondo, che regna sui calci piazzati, e la sfera finisce a lato sul palo più lontano.
Nardò senza idee, costretto per lunghissimi minuti nella propria metà campo, che non riesce a pungere. Dall’altra parte, invece, si vede spesso la squadra giallorossa, e c’è il tiro di Salvia che al 12’ mira alla porta da fuori senza però trovarla, inutile il capovolgimento di fronte rapido dei neretini fermati prontamente dalla retroguardia di casa
Con il passare dei minuti gli ionici acquistano fiducia, cercando di sorprendere gli uomini di Longo in contropiede. Salvia cerca più volte il tiro, ma la difesa granata riesce sempre a rimpallare per la disperazione del centrocampista.
Al 24’ il momento più atteso, il rientro di Piccolo dopo tre mesi di assenza per infortunio. Sostituisce Turi, in ombra sino a quel momento.
Longo vede allontanarsi la vittoria e manda in campo De Benedictis al posto di un evanescente Di Rito, alla ricerca di idee nuove in avanti.
Quello che arriva, invece, è il tiro di Luccarelli al 33’ sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto da Tondo. Palla che finisce di poco a lato, ma sotto il controllo di un attento Bassi, stressato al 39’ da una conclusione pericolosa di Dragone dalla destra che il portiere neretino neutralizza con l’aiuto di Raponi. Salvia continua ad essere una spina nel fianco della difesa neretina, e guadagna un calcio di punizione dal quale nasce il quinto corner massafrese, su cui Piccolo sfiora la rete del vantaggio, scongiurata da Bassi a pugni chiusi.
Longo prova a sfruttare Massarelli, un’altra punta, negli ultimi 3 minuti di recupero, ma il pericolo arriva dai piedi di Tondo che da centrocampo prova il colpaccio cercando la porta. Bassi è fuori dai pali, ma la sfera sfiora il legno finendo a lato.
L’ultimo tiro del Nardò arriva al 48’ dal limite, con De Benedictis. La conclusione è rimpallata dalla faccia di Zangla, che si immola per la causa.
Finisce con un pari a reti bianche tra Massafra e Nardò.

GUARDA GLI HIGHLIGHTS DEL MATCH


MASSAFRA
Minno, Luccarelli, Carlucci, Lopetuso, Zangla, Caccavale, Dragone, Salvia, Turi (24’st Piccolo), Tondo, Perrone. A disp.: Cristofaro, Ferrara, Consiglio, Alagni, Bufano, Ciaurro.

NARDO' CALCIO
Bassi, Frascolla, Contessa (46’st Massarelli), Ruggiero, Calabuig, Raponi, Montaldi, Toritto (27’st Colletta), Di Rito (27’st De Benedictis), Irace, Parlacino. A disp.: Cottet, D’Agostino, Moreno, Tartaglia.

Arbitro: Cascone di Nocera Inferiore
Marcatori: ------
Ammoniti: Salvia, Lopetuso, Piccolo, Minno MAS / Frascolla NAR
Espulsi: nessuno

1 commento:

MICHELE ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.