Ricordiamo a tutti i lettori che mettiamo a disposizione un sistema aperto che permette nella maniera più democratica di commentare liberamente qualunque notizia, attivando così dei forum di discussione. E' un modo di partecipazione alla vita calcistica dell'Eccellenza pugliese, ma non deve diventare occasione di sfogo volgare. Mantenete sempre alto il livello di civiltà ed evitate di offendere gli interlocutori. Per commentare le notizie occorre disporre di un profilo GOOGLE o BLOGGER.

Coppa Italia: Nardo' - Liberty Molfetta 4-2 *VIDEO e FOTO*

18 febbraio 2010
di GIOVANNI GULLI
Tutte le foto della Finale

Gol, spettacolo e pubblico di categoria superiore.
Questi, in estrema sintesi, gli elementi che hanno caratterizzato la finale di Coppa Italia, trofeo “Bet Italy", tra il Nardò ed il Molfetta, due delle squadre che hanno espresso sino ad oggi il calcio migliore del campionato di eccellenza pugliese 2009/2010.

Il risultato è lo specchio fedele dell'andamento della gara.

Nardò pragmatico, compatto e cinico quanto basta per dimostrarsi superiore alla formazione biancorossa allenata da Di Leo il quale, per l'occasione, schiera Uva dal primo minuto, vero uomo simbolo di questo Molfetta e che poi risulterà incisivo con due reti.

PRIMO TEMPO - Al 4' è Di Rito che apre le danze con un tiro dal limite che non impensierisce più di tanto Affinito.
Al 8' è invece Irace che tenta la conclusione beffarda con un tiro su punizione dalla sinistra a giro che termina però di poco a lato alla destra dell'estremo barese.
E' il Nardò a fare la partita, dimostrando maggiore determinazione e compattezza sulla linea mediana che impedisce al Molfetta di costruire gioco.
Gli uomini di Di Leo vanno in confusione al 10'. Su un lancio dalle retrovie, Turitto scatta sul filo dell'offside e s'invola in solitudine a rete, Affinito gli ribatte la conclusione, la sfera termina di nuovo sui piedi del numero 11 di Longo che riesce a trovare questa volta il varco giusto e gonfia la rete con un tiro a mezza altezza sul secondo palo.
Nella circostanza da elogiare il secondo assistente arbitrale che, correttamente, interpreta, al momento del lancio da cui scaturisce il vantaggio dei neretini, la presenza ed il comportamento di Irace come quella di un calciatore che si disinteressa dell'azione di gioco.
Reazione d'obbligo del Molfetta con Suarez che al 12' conclude dal limite di poco fuori.
Due minuti dopo lo stesso calciatore molfettese protesta vivacemente per un contatto subito in area ma il Sig. Scatigna fa proseguire.
Il gioco del Molfetta si svolge prevalentemente sulle fasce ma i rifornimenti per le punte scarseggiano per la bravura dei difensori del Nardò che rinviano i palloni senza troppe esitazioni. L'unica cosa che il Molfetta colleziona è una serie a ripetizione di calci d'angolo che non producono azioni significative.
Ci vuole allora un calcio di punizione battuto a sorpresa per imprimere il segno sulla contesa. Sisalli riesce a mettere al centro la sfera dalla fascia sinistra scoperta, la difesa del Nardò è colpevolmente sbilanciata, e Uva la prende d'infilata e devia la sfera in rete sull'uscita di Bassi (34').
Il Nardò non ci sta e butta il cuore oltre l'ostacolo, sostenuto da un grande e caloroso pubblico di sempre. Azione di Montaldi sulla sinistra al 39' che si beve letteralmente Paris, entra in area e sull'uscita di Affinito conclude di poco alto sull'incrocio dei pali.
Quest'azione è solo l'avvisaglia del nuovo vantaggio neretino. Un minuto dopo (40') Ruggiero calcia magistralmente una punizione dai 25 metri che sorprende Affinito che riesce solo a sfiorare ma non a trattenere il pallone che finisce in fondo al sacco.
Il Molfetta è allo sbando e il Nardò, cinicamente, ne approfitta.
In chiusura di frazione (45') il sigillo sul match lo mette il solito Irace. I difensori biancorossi commettono fallo al limite dell'area. Il numero dieci confeziona l'ennesima perla della stagione su calcio piazzato e mette la palla dove Affinito non può arrivare: 3-1 e si va al riposo.

SECONDO TEMPO - La ripresa si apre con l'ingresso nelle file baresi di Bitetto per uno spento Carteni e il Molfetta dimostra un certo cambio di passo.
Tuttavia la differenza la fa ancora Uva che, sulla falsariga del primo vantaggio leccese, al 16' elude il fuorigioco su un lancio di Bitetto e trafigge l'incolpevole Bassi con un tiro piazzato appena entrato in area.

Nel momento migliore del Molfetta, il calciatore La Fortezza non trova di meglio da fare che andare a protestare vivacemente con la terna arbitrale. Il Sig. Scatigna, su segnalazione del primo assistente, gli esibisce in volto direttamente il cartellino rosso e lo manda anzitempo sotto la doccia.

Il Nardò si riorganizza e il Molfetta non punge più in avanti.
Al 22' Montaldi non sfrutta un retropassaggio di testa al portiere che lo anticipa in tuffo.
Il sigillo definitivo alla gara lo mette ancora una volta Turitto che al 36' , su azione da calcio d'angolo, trova il varco giusto per infilare per la quarta volta Affinito.

POST GARA - Al termine dei festeggiamenti per la conquista della coppa, cogliamo al volo una dichiarazione di Longo che elogia la squadra per l'obiettivo raggiunto e la società per avergli consentito di avere una rosa in grado di far fronte a diversi impegni, anche ravvicinati, senza particolari problemi.
E la sfida continua sicuramente in chiave campionato dove il Molfetta, lanciato com'è alla rincorsa del primato proprio contro i neretini, cerca di insidiarne la leadership.

Il video dei GOL a cura di Andrea Giuri





NARDO' CALCIO
Bassi (65' Cottet), De Padova, Contessa, Ruggiero, Calabuig, Raponi, Montaldi (92' De Benedictis), Frascolla (90' Tartaglia), Di Rito, Irace, Turitto. A disp: De Donno, Colletta,
Parlacino, Veron.

LIBERTY MOLFETTA
Affinito, Iurlo, Visceglia, Menga (65' Carlucci), Paris, Bennardo, Uva, Sisalli (68' DePorras), Carteni (46' Bitetto), La Fortezza, Suarez. A disp: Sakho, Monticelli, Frisenda, Djallo.

Arbitro: Scatigna di Taranto
Assistenti: Azzaro e Strada, entrambi di Taranto
Marcatori: 10' Turitto NAR, 34' Uva LIB, 40' Ruggiero NAR, 45' Irace NAR, 61' Uva LIB, 77' Turitto NAR
Ammoniti: Ruggiero NAR / Sisalli, Suarez LIB
Espulsi: 70' La Fortezza LIB
NOTE: Spettatori 1500 ca. (900 ca. nel settore neretino e 600 ca. in quello molfettese). Angoli: 7 – 2 per il Molfetta

20 commenti:

nicolacangelli ha detto...

bisceglie sportiva saluta la grande vittoria della coppa

TifosoG ha detto...

Ecco cosa succede quando si rompono gli equilibri a livello dilettantistico.. Il cambiare è servito solo a fare figuracce... Del Rosso, peccato, in questa finale avevamo pensato di gridare anche il tuo nome...

Antonio ha detto...

Errata corrige: 1500 e più dal settore Nardò e 300 e più dal settore Molfetta: Gran bella partita, credo abbia vinto il migliore.

emmesse ha detto...

Complimenti al Nardo' ed al suo tecnico.
Ottima squadra e ben messa in campo.

angelo biancorosso ha detto...

complimenti al nardò x la coppa vinta.... cmq vorrei kiedere una cosa a tutti... ma dato k il nardò ha vinto la coppa italia ed è andata direttamente in serie D,k andrà in serie D se il nardò arrriva primo?????

Salvatore ha detto...

Angelo biancorosso,il Nardò non è ancora in d,dovrà ancora affrontare altre gare.

forza toro ha detto...

x angelo biancorosso! il nardò non è ancora in D ! ora dovrà fare le finali nazionali

angelo biancorosso ha detto...

sm nn è in serie D il regolamento dice k vince la coppa italia va in serie D

TifosoG ha detto...

Adesso che ci è rimasto solo il campionato cerchiamo di tenerci stretto il 2° posto... Canonico, non lasciarti ancora influenzare dalla tua schiera.. hanno già dimostrato la loro incompetenza.

NOS. ha detto...

il Nardò allora avrebbe già dovuto vincere il campionato..

antonio ha detto...

onore al nardò che ha vinto alla grande; da evidenziare, purtroppo in varie occasioni, l'incapacità di qualche singolo, e soprattutto di chi lo ha schierato, a gareggiare in queste partite ed a certi livelli; e pensare che qualcuno, da qualche partita, aveva iniziato ad osannare....qualcuno; alla fine, però, questa è la dura realtà; per la serie "dalle stelle (ma quandomai) alle stalle...; avrei schierato carlucci in difesa e monticelli in mezzo al campo

coregranata86 ha detto...

emmesse tre punti nn sono miseri visto che mancano sette gare e ancora c'è lo scontro diretto a Nardò..poi se il molfetta è quello visto nelle 2 gare contro di noi preoccupa di più il terlizzi che è a -5..poi domenica l'occasione l'avete sprecata voi che nn siete riusciti come al solito ad approfittare..la D nn la meritate abbiamo dimostrato di essere superiori sia negli scontri diretti sia per la continuità in campionato..

emmesse ha detto...

E chi lo mette in dubbio?
Viva Nardò.

BN-98 ha detto...

I CAMPIONI DELLA PUGLIA SIAMOOOO NOOOOOOOOIIII !!!
ONORE AI RAGAZZI!!
cmq rispetto i molfettesi e spero che ci vediamo insieme in d (trammite play off pero' ;) )

to ha detto...

Penso che il nostro allenatore deve avere, adesso, il coraggio di mettere in panca alcuni presunti grandi giocatori, e mettere in campo i giovani che hanno voglia di lottare, ieri sera il Nardò ci ha surclassato proprio in questo

taurisanese ha detto...

ONORE AL NARDO'!!!
premio FAIR PLAY a La forteza!
ESPULSO PER SCORRETTEZZE!

Mamello ha detto...

Tutti noi i molfettesi, dirigenti compresi abbiamo appaudito alla fine della gara e riconosciuto sportivamente la superiorità del Nardò.
A qualcuno degli avversari, calcisticamente parlando, dico: cercate di essere più garbati. Tenere presente che altri incontri ci sarannno quest'anno ed in futuro. E la "vendetta" (calcisticamente parlando) è un piatto che va servito freddo!!
Gli sportivi, ed i tifosi saggi, lo sanno bene!
Ora è il vostro momento......
Mi auguro soltanto che mai tocchi al Molfetta l'ingrato compito di farvi soffrire.
Auguri solo ai neretini saggi (la massa).

admin ha detto...

X ANTONIO: A fine gara abbiamo chiesto al presidente del Francavilla Distante (che ringraziamo per la sempre squisita ospitalita') la capienza dello stadio. Il settore riservato ai neretini poteva contenere 1.100 persone e, considerando che la tribunetta alla loro sinistra non era pienissima si puo' stimare una presenza intorno alle 900 unita... Il settore riservato ai molfettesi, invece, e' omologato per 700 persone e, dal colpo d'occhio (bello, complimenti!), a noi e' sembrato quasi pieno...

cmq bellissima gara.. complimenti soprattutto al pubblico di entrambe le citta', indubbiamente da categoria superiore!

Antonio ha detto...

X admin , se ho scritto l'errata corrige era perchè c'era qualcosa che non andava, però ora guardando di nuovo la cronaca i numeri sono stati modificati, così già va meglio!

anonimo ha detto...

dal lato ultras però c'era più gente ammassata sui vetri che sulla gradinata(vedi film fotografico)anche qualcosa in più di 900..:-)