Ricordiamo a tutti i lettori che mettiamo a disposizione un sistema aperto che permette nella maniera più democratica di commentare liberamente qualunque notizia, attivando così dei forum di discussione. E' un modo di partecipazione alla vita calcistica dell'Eccellenza pugliese, ma non deve diventare occasione di sfogo volgare. Mantenete sempre alto il livello di civiltà ed evitate di offendere gli interlocutori. Per commentare le notizie occorre disporre di un profilo GOOGLE o BLOGGER.

A. Cerignola: Entusiasmo alle stelle: "Playoff? Si puo' fare!"

17 febbraio 2010
di ANTONIO VILLANI
Dopo il successo, limpido e meritatissimo sulla capolista Nardò (che non perdeva da oltre tre mesi), in casa del Cerignola il morale è alle stelle.
Otto gare senza sconfitte con 5 successi (di cui due in trasferta) e tre pari.
Il Cerignola fila via come un treno e non guarda in faccia agli avversari di turno. Fosse iniziato a gennaio, il campionato, ora gli ofantini sarebbero tra le prime e lotterebbero per la serie D.
E’ bello, oggi, vedere all’opera un Cerignola che presenta molti ragazzi della sua città. Con la capolista una giornata indimenticabile: Lasalandra, Conte, Comperchio, Grieco e Tarantino hanno subito mostrato i muscoli e i centimetri ai più quotati avversari. Una gara spettacolare (3-0 dopo i primi 45’) per l’intensità, la potenza e il ritmo.
Quello di domenica è stato un Cerignola che con un’onda altissima ha travolto tutti con un gioco bello e a tratti spettacolare.

«Non vogliamo illudere nessuno – si appresta a dire il dg Francesco De Cosmo -, certo tutto può succedere. Con questi risultati il morale è alle stelle, ma guai a farci trascinare dall’entusiasmo».

Sarà, ma questa squadra piace a tutti e continua a tenere un ritmo pazzesco.
«Sono contento per la squadra, abbiamo dato una risposta convincente alle chiacchiere e alle critiche – dichiara l’attaccante Lasalandra -. Il gruppo ha dato un chiaro segnale di forza, dimostrando di essere unito. Domenica tra noi c'è stata una grossa collaborazione, abbiamo mostrato una compattezza importante».

Grieco, Comperchio, Palumbo, Dibenedetto e soci hanno dimostrato di avere una loro identità e anche atleticamente hanno risposto bene alle sollecitazioni.

Il tecnico Notariale (nella foto a destra) è soddisfatto dei suoi ragazzi.
«La mentalità della squadra, che in certi momenti tira fuori una marcia in più. Abbiamo più consapevolezza dei nostri mezzi».

Il processo che ha cambiato il Cerignola nella testa si chiama proprio Notariale: è l’unico che ha davvero cambiato la mentalità alla sua nuova squadra.
Il presidente Dinisi gli ha affidato le chiavi del suo Cerignola ridotto a brandelli: con la massima umiltà ha vinto e ora sta stravincendo.

Ora doppio appuntamento in trasferta con Maglie (la squadra allenata dal figlio di Zeman) prima e Lucera la domenica successiva prima dell’arrivo al “Monterisi” del Castellana (che occupa l’ultima piazza per i play-off e a cui il Cerignola strizza l’occhio).
«Una gara alla volta – conclude il tecnico del Cerignola che parla con molto realismo -, ora dobbiamo ritornare sulla terra e dimenticare la vittoria con la capolista: potrebbe farci girare la testa. Quella di domenica prossima è una partita da giocare come se i nostri avversari fossero al primo posto. Dobbiamo continuare a salire in classifica perché non vorrei alla fine ritrovarmi con un pugno di mosche in mano».

(G.d.M.)

5 commenti:

zanard ha detto...

Notariale grande allenatore, molto esperto.

granatadentro ha detto...

Avete detto bene non montatevi troppo la testa, domenica se il Nardò fosse rimasto in 11, credo sarebbe stato difficile per voi vincere quella partita, visto che in 10 uomini dal 22° del secondo tempo, vi hanno messi sotto di brutto e annullato al Nardò un gol validissimo.

zanard ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
zanard ha detto...

Per granatadentro: Il gol è stato annullato sul 2-0 nel primo tempo. Il Nardò è rimasto in 10 è vero, ma questo è colpa del vostro allenatore il quale, con un campo molto pesante, aveva utilizzato tutte le sostituzioni senza pensare ad un possibile infortunio, che poi si è puntualmente verificato. La vittoria ha sorpreso anche noi anche se credo che l'attuale Audace sia in grado perlomeno di pareggiare con qualunque squadra dell'eccellenza compreso la vostra. Saluti

l'alchimista ha detto...

PER L'AMICO NERETINO,IL VOSTRO ALLENATORE IN SECONDA ALLA FINE DEL PRIMO TEMPO HA DETTO"PER FORTUNA HA FISCHIATO,ALTRIMENTI NE PRENDEVAMO ALTRI TRE"SU GOL ANNULLATO,LA BANDIERINA DEL GUARDIALINEE ERA ALZATA MOLTO PRIMA DEL TIRO E TUTTI ERANO FERMI.