Ricordiamo a tutti i lettori che mettiamo a disposizione un sistema aperto che permette nella maniera più democratica di commentare liberamente qualunque notizia, attivando così dei forum di discussione. E' un modo di partecipazione alla vita calcistica dell'Eccellenza pugliese, ma non deve diventare occasione di sfogo volgare. Mantenete sempre alto il livello di civiltà ed evitate di offendere gli interlocutori. Per commentare le notizie occorre disporre di un profilo GOOGLE o BLOGGER.

Nardo' Calcio - Toma Maglie 4-1 *VIDEO*

07 febbraio 2010
di GIUSEPPE GRANIERI
Il Nardò, con un netto 4-1 che non ammette repliche, fa suo uno dei derby più sentiti del Salento (foto: F. Pero).
Come contestualizzare questa rotonda vittoria? Semplice: con i giallorossi magliesi i granata avevano un piccolo conto in sospeso. All’andata, infatti, il 2-2 maturato lasciò l’amaro in bocca a Tartaglia e compagni che, complice qualche disattenzione e un gol ingiustamente annullato, concessero agli uomini di mister Zeman di guadagnare un punto. Si spiega anche così la prova convincente di oggi: determinazione e voglia di far bene ricordando ciò che era successo il 18 ottobre scorso.

PRIMO TEMPO - Mister Longo deve rinunciare al solo Montaldi squalificato, al suo posto c’è De Benedictis che in coppia con Turitto sostiene Di Rito. Davanti a Bassi, troviamo De Padova – che sostituisce De Donno, non ancora al meglio – sulla destra e Contessa sul fronte opposto. Al centro la coppia Calabuig (dal primo minuto dopo un mese d’assenza per l’infortunio post-Taurisano)-Marini. A centrocampo, il trio Frascolla, Ruggiero e Irace.
Pronti via e il Nardò è subito in palla: nel giro di pochi minuti la compagine granata occupa la meta campo avversaria, il Maglie arretra e a farne le spese è Buonomo che si becca un giallo per un fallo su Di Rito lanciato a rete dopo un errato disimpegno di Biasco.
Al 6', vantaggio neretino: punizione di Marini da venti metri, la palla interrompe la sua corsa e sbatte contro la barriera prima di essere nuovamente preda del difensore argentino che con un esterno sinistro pieno d’effetto manda la palla nell’angolo basso laddove Pompa nulla può fare: 1-0 per il Nardò.
La risposta dei giallorossi magliesi arriva solo al 12', ma il tiro di Buonomo – da oltre trenta metri – non impensierisce Bassi.
Al 15', altra punizione per il Nardò: sul punto di battuta si presenta Ruggiero ma il suo tiro finisce la corsa tra le braccia di Pompa.
Al 21', altro tiro da fuori area del Maglie con Botrugno ma il tiro esce abbondantemente fuori. È un ottimo Nardò quello che si vede in campo: molto bene in mezzo al campo Ruggiero, presente su tutti i palloni, ottima la rifinitura di Irace e buona anche la spinta di Contessa sulla fascia sinistra.
Al 32', raddoppio granata: De Benedictis in contropiede serve Irace ben appostato sulla fascia destra: il centrocampista argentino, con un cross preciso e calibrato, serve l’attaccante siciliano che stoppa la palla, entra in area e beffa nuovamente Pompa (foto a destra: F. Pero): 2-0 e Maglie alle corde.
Due minuti dopo, Tommasi tira deciso dall’altezza del dischetto del rigore – dover aver avuto la meglio in un batti e ribatti in area – ma Bassi controlla a terra.
Al 42', Calabuig effettua un lancio per Di Rito che è spalle alla porta: il puntero argentino stoppa la palla, si gira e lascia partire un destro preciso che lambisce il palo alla destra di Pompa.
Due minuti dopo, sia Di Rito che De Benedictis impegnano l’estremo difensore giallorosso con tiri ravvicinati ma Pompa risponde con parate all’altezza.

SECONDO TEMPO - Nella ripresa mister Zeman tenta di dare una scossa alla sua squadra lanciando nella mischia Velazco: a lasciargli il posto è Buonomo.
Al 3', un Di Rito in versione assist man lancia De Benedictis che nell’area piccola dribbla il suo marcatore ma a tu per tu con Pompa manda di poco fuori.
Al 5', Campora batte una punizione con la palla che scavalca la barriera ma è preda di Bassi. Un minuto dopo, altra occasione granata: Ruggiero serve De Benedictis direttamente da calcio d’angolo: ne esce fuori un tiro al volo che Pompa para a terra.
All’11', tris neretino: punizione di Marini da posizione centrale, il pallone viene stoppato dalla barriera e rimane nell’area piccola, De Benedictis lo intercetta e con un tap in vincente deposita alla spalle di Pompa.
Spazio ai cambi, fuori De Benedictis per Parlacino, ma fuori anche Montinaro che lascia il posto a Reho.
Al 30', buon assist di Di Rito per Parlacino ma il tiro dell’uruguaiano è fuori dallo specchio della porta.
Al 35', c’è gloria anche per Di Rito che firma il quarto gol beffando ancora una volta l’estremo difensore giallorosso.
Cinque minuti dopo, al 40', l’ultima occasione della partita capita tra i piedi di Campora che segna il gol della bandiera mettendo dentro, di destro, un pallone che vagava nell’area granata.

POST GARA - “Tenevamo in modo particolare a questa partita”, afferma mister Alessandro Longo a fine match. “All’andata ci siamo fatti sorprendere ed abbiamo commesso degli errori: il nostro obiettivo era dimostrare che quella partita è stata solo una tappa sfortunata. Per ciò che concerne la gara odierna, abbiamo creato tanto, sciupando anche qualcosa. Siamo stati comunque continui sia da un punto di vista qualitativo che quantitativo. Mi piace poi sottolineare che sul 2-0 non ci siamo fermati, ma abbiamo continuato a macinare gioco: il 4-1 ci sta tutto ed è un risultato che rispecchia l’andamento della gara”.

“Noi sapevamo di dover vincere e siamo così andati in campo con volontà e spirito battagliero” dichiara l’autore della doppietta Natale De Benedictis. “Ho segnato, sono contento, ma segnare e far vincere la squadra è il mio mestiere. Ciò di cui dobbiamo andare fieri sono i quattro punti di vantaggio che ci permettono di tenere a distanza le concorrenti ben consci, però, che dovremo continuare a vincere e a fare bene. A cominciare dalla battaglia che ci aspetta domenica prossima a Cerignola”.

“È stata una vittoria convincente quella di oggi”, afferma raggiante il presidente Enzo Russo. “Siamo stati cinici quando è stato il caso di esserlo, ma abbiamo prodotto tanto gioco e l’enorme quantità di palle gol sta lì a dimostrarlo. Dobbiamo continuare a vincere e a fare bene perché dobbiamo centrare i traguardi che ci siamo prefissi a inizio stagione. Il nostro è un programma pluriennale che non si fermerà a fine anno, anche se dovessimo conseguire l’agognata promozione in serie D. Il progetto di rafforzamento del Nardò va avanti da un punto di vista tecnico/tattico, ma anche strutturale: non ultimo, l’arrivo dello sponsor (EN. iT spa) conferma che, insieme a tutto lo staff – che ringrazio per l’impegno profuso –, stiamo lavorando per far bene anche in futuro e su tutti i fronti, Coppa Italia inclusa. L’obiettivo? Portare il Nardò nelle categorie che gli competono”


▼ Gli Highlights del match a cura di Telerama




NARDO' CALCIO
Bassi, De Padova, Contessa, Ruggiero (75' Moreno), Calabuig, Marini, Turitto, Frascolla, Di Rito, Irace, De Benedictis (70' Parlacino). A disp: Cottet, De Donno, Raponi, Tartaglia, Veron.

TOMA MAGLIE
Pompa, Sicuro, Sabatelli, Buonomo, Portaluri, Biasco, Tommasi, Campora, Montinaro, Cezza, Botrugno. A disp: Colapietro, Laporta, Reho, De Giuseppe, Reale, Lentini, Velazco.

Arbitro: Gregorio di Bari
Marcatori: 5' Marini NAR, 30' De Benedictis NAR, 57' De Benedictis NAR, 84' Di Rito NAR, 88' Campora MAG
Ammoniti: Biasco, Cezza, Sicuro MAG
Espulsi: nessuno

13 commenti:

rusma69 ha detto...

MAGLIESI VI ABBIAMO ANNICHILITI

cristiantrianni ha detto...

ma ma maglie chi eeeeeee ma ma maglie chi eeeeeee forza toro aleeeeeeeeee 4-1

BN-98 ha detto...

4 purpette e tutti a casa!!!
siete ridicoli in un derby e siete a malapena 60 e per altro immischiati coi tricozzini!!!
hhahahahahaha
IN PROMOZIONE IN PROMOZIONE!!!
SALUTATE LA CAPOLISTA!!!
SIETE RIDICOLI!!!

villamaglie ha detto...

adesso state proprio esagerando boys ad infierire in questo modo: vi dovesse capitare di perdere il campionato ad opera del Molfetta o del Terlizzi... dovremmo forse noi magliesi cantar vittoria? ma non scherziamo! e voi datevi una regolata e lasciateci soffrire in silenzio.

BN-98 ha detto...

AU AVETE LETTO IL TITOLO DEL QUOTIDIANO DI LECCE OGGI???
IL NARDO "ASFALTA" IL MAGLIE!!!
HAHAHAAHHAHAAHA CHE GODURIA!!!!!!
ANNICHILITI ANCHE SUL GIORNALE!!!

zidane21 ha detto...

magliese non ti preoccupare domenica abbiamo preparato le T(OMA)-SHIRTS per la PROMOZIONE...ahahahhaha
SIETE RIDICOLIIIIIIIIII!!!!!!!!!

zidane21 ha detto...

VILLAMAGLIE=PIANGIONE

coregranata86 ha detto...

per villa maglie..voi cosa fareste?e poi noi festeggiamo per le nostre vittorie..se voi festeggereste per le nostre sconfitte dimostrereste una volta in più il vostro complesso d'inferiorità..

villamaglie ha detto...

...ha da passà a nuttata zidane-neretino, e per il prossimo derby sarai tu a piangere di brutto...

coregranata86 ha detto...

villamaglie ma quale derby?la vedo triste per voi..siamo lanciati entrambi verso la PROMOZIONE..solo che poi ci separeranno 2 categorie..

BN-98 ha detto...

CERTO VILLAMAGLIE CERTO.......
CMQ FATTO STA CHE ADESSO TOCCA A TE ROSICARE E IOOOOO GODOOOOOOOO!!!
IN PROMOZIONE NOMADI!!!
a proposito ricordate lo striscione di domenica che vi abbiamo cacciato??
"non vi salva nemmeno bertolaso"
da ieri e indagato hahahahhaaha
ve lo abbiamo detto noi........
hahahaahahha

villamaglie ha detto...

ehi, ehi... hai detto Bertolaso? ma non era quello che correva come un treno e sembrava non dovesse fermarsi più? attento neretino... potrebbe capitare anche al Nardò di fermarsi... ed al Maglie di salvarsi... e così il prossimo derby potrebbe essere molto più vicino di quanto pensi, forse prima che finisca il 2010. e ricordati che noi abbiamo due colori (il giallo e il rosso) che sono colori veri ed originali, voi invece avete il granata che è un colore sporco, un mix tra rosso e nero, siete insomma dei bastardi. saluti giallorossi alla capolista!!!

coregranata86 ha detto...

ahahah come sei ridicolo!!alli culuri mo si ttacca..che poi avete il colore più sputtanato di tutta la provincia..originale nu paru ti cugg@@@ni..cmq ti conviene salvarti e giocare ancora contro di noi per farti umiliare ancora?dai è meglio se scendete e noi andiamo a confrontarci con una categoria un pò più consona alla nostra storia e al nostro blasone..mi sono stancato di girarmi le masserie del salento..ciao morti di fame a mai più..