Ricordiamo a tutti i lettori che mettiamo a disposizione un sistema aperto che permette nella maniera più democratica di commentare liberamente qualunque notizia, attivando così dei forum di discussione. E' un modo di partecipazione alla vita calcistica dell'Eccellenza pugliese, ma non deve diventare occasione di sfogo volgare. Mantenete sempre alto il livello di civiltà ed evitate di offendere gli interlocutori. Per commentare le notizie occorre disporre di un profilo GOOGLE o BLOGGER.

Massafra - Bisceglie 0-0

28 febbraio 2010
di GRAZIANO FONSINO
A cinque giornate dal termine il Massafra vede allontanarsi la salvezza.
Massafresi senza Lopetuso e Zangla, due pedine fondamentali in difesa, mentre in avanti si rivede Turi assieme a Tondo, con Scippo a spingere la coppia offensiva.
In panchina Piccolo, alla prima convocazione del 2010 dopo il lungo infortunio che lo ha tenuto fermo per oltre due mesi. Parte dalla panca anche Caccavale, mentre ancora fermo l’infortunato Chimento (nella foto: una fase del match di andata - A. Ciani Passeri).

PRIMO TEMPO - Meglio il Massafra nei primi minuti, che spinge alla ricerca del vantaggio anche se sterilmente. Il Bisceglie prova di tanto in tanto ad affacciarsi dalle parti di Minno, ma anche da questa parte i risultati sono pressoché scarsi.
Tutto il resto è noia, e lo è per oltre venti minuti, in cui l’unico tiro è quello alla viva il parroco di Di Pinto, che spedisce la palla dal limite alle stelle.
Per il primo tiro nello specchio bisogna attendere il 24’, lo effettua Tondo, ma è una telefonata alla quale Moschetto risponde senza problemi.
Per divertirsi un po’ è necessario aspettare il 29’, complice una zolla, il tiro di Scippo dal limite diventa insidioso per Moschetto, che già a terra deve alzare le braccia per bloccare la sfera, ed è un divertimento vedere Turi dribblare due uomini prima di spedire la palla verso la porta, ma senza centrarla.
I nerazzurri cercano di riguadagnare qualche metro, per farlo utile pure il tiro di Palazzo, innocuo tra le braccia di Minno.
Per qualche minuto il confronto si sposta dalle parti dell’area massafrese, ma il copione è lo stesso. Tutto fumo niente arrosto.
Rischia invece di bruciarsi il Massafra al 43’, quando un errore di Russo dà via libera a Di Pinto. Il suo tiro è corretto in corner dalla retroguardia massafrese, e il tiro di Rufini che ne nasce sfiora il palo alla sinistra del numero uno di casa.
L’ultimo brivido lo procurano gli ionici con Diliso, che devia in porta, fortunatamente tra le braccia del suo portiere, un calcio di punizione battuto da Tondo.

SECONDO TEMPO - Tre minuti e la ripresa si apre con una svirgolata di Turi, seguita da una punizione a lato di Tondo.
All’11’ salva tutto Minno, deviando in corner la capocciata di Di Pinto sul primo palo.
Più passano i minuti più il Bisceglie diventa padrone del campo, con i tarantini che non riescono a portare a conclusione un’azione che è una.
I massafresi soffrono soprattutto nel settore mediano del campo, dove Di Corato al 19’ mette in campo Porcelli al posto di Palazzo, cercando maggiore spinta in avanti.
La risposta di Marangio è Perrone, che rileva Dragone al 21’. Il Massafra non riesce a pungere, e quando capita l’occasione per farlo la spreca, con Scippo posizionato all’altezza del dischetto spara debolmente tra le braccia di Moschetto.
L’unico a creare qualche grattacapo alla difesa biscegliese è Turi, che non riesce però mai a chiudere verso la porta. Cosa che riesce invece agli ospiti al 32’ con Di Pinto che devia di testa, da pochi metri, la staffilata di Rufini su punizione. Palla alta sulla traversa.
Meglio la punizione calciata al 35’, che impegna Minno costringendolo a rientrare sul primo palo per deviare in corner.
Dovrebbe attaccare il Massafra e invece è il Bisceglie a spingere, e la punizione di Di Pinto al 37’ è un’altra occasione sprecata per i nerazzurri, con la palla che sfiora la traversa.
Con il passare dei minuti il Massafra sparisce dal campo, rintanandosi addirittura nella propria metà campo. Tondo non punge, Turi vaga senza palla nel deserto dell’attacco massafrese.
Ne gode il Bisceglie. Ai padroni di casa servono a poco anche i quattro minuti di recupero. Resta l’ultima occasione, il calcio di punizione di Tondo, e la palla sfiorata da due massafresi sotto porta, il pari e il punticino che non serve ai giallorossi per alimentare le già ridotte speranze di salvezza, e domenica prossima non ci sarà nemmeno Tondo, squalificato.



MASSAFRA
Minno, Luccarelli, Russo (74' Alagni), Consiglio, Carlucci, Salvia, Dragone (66' Perrone), Patera (87' Caccavale), Scippo, Tondo, Turi A disp. Cristofaro, Ferrara, Piccolo, Ciaurro.

BISCEGLIE
Moschetto, Diliso, Malerba, Rufini, Lanera, Boffoli, Quercia, Palazzo (64' Porcelli), Romito (86' Tritta), Di Bitetto (54' Mazzone), Di Pinto. A disp. Leuci, Ancona, Ruggiero, Colangelo.

Arbitro: Robusto di Foggia
Marcatori: -----
Ammoniti: Tondo, Carlucci, Turi, Luccarelli, Perrone MAS / Mazzone, Lanera BIS
Espulsi: nessuno

1 commento:

Francesco ha detto...

conti alla mano, siamo in promozione