Ricordiamo a tutti i lettori che mettiamo a disposizione un sistema aperto che permette nella maniera più democratica di commentare liberamente qualunque notizia, attivando così dei forum di discussione. E' un modo di partecipazione alla vita calcistica dell'Eccellenza pugliese, ma non deve diventare occasione di sfogo volgare. Mantenete sempre alto il livello di civiltà ed evitate di offendere gli interlocutori. Per commentare le notizie occorre disporre di un profilo GOOGLE o BLOGGER.

Fortis Trani - Atl. Corato 1-0 *FOTO*

28 febbraio 2010
di VINCENZO CHICCO
La Fortis Trani doveva vincere per proseguire la marcia verso la scalata di posizioni in classifica e, a fine gara, grazie al concomitante pareggio nel big match di giornata Terlizzi-Nardò, riagguanta la terza posizione ed accorcia la classifica sia nei confronti del Molfetta, seconda a 3 punti, che dalla capolista Nardò, ora a soli 4 punti.
E domenica prossima c’è lo scontro tra la prima e la seconda.

Tornando alla gara di oggi, se si potesse paragonarla ad un incontro di boxe, si potrebbe dire che, in caso di pareggio, i locali avrebbero comunque vinto ai punti; il risultato finale premia il Trani che ha creduto e voluto la vittoria (nella foto: il gol partita di Crisantemo - L. Zitoli), nonostante di fronte avesse un Corato ben schierato in campo da mister Lotito e sceso al Comunale per vendere cara la pelle.
Nei primi 45 minuti bene la squadra neroverde, mentre nella seconda frazione viene fuori il cuore e la voglia di vincere la partita a tutti i costi dei tranesi.

PRIMO TEMPO - La gara ha inizio davanti ad una buona cornice di pubblico, tra cui anche una sparuta rappresentanza ospite (circa una trentina i tifosi provenienti da Corato).
Apre le danze il Trani. All’11’ Fumai serve in area Genco, il quale, tutto solo a due passi dal portiere Paternicò, svirgola la palla che termina fuori.
La gara staziona a centrocampo senza spunti di rilievo, fino a quando, ad interrompere la situazione, ci pensa al 25' l’attaccante neroverde Cesareo, il quale gira di prima intenzione al volo un bel pallone che Perina gli para senza molte difficoltà.
Si giunge al 35’ quando ancora lui, Cesareo, si rende pericoloso: percussione dalla fascia destra, tiro cross con la palla che attraversa tutto lo specchio della porta senza trovare alcun compagno pronto ad approfittarne.
Da lì al termine della frazione, le squadre si annullano a vicenda, ben messe in campo dai rispettivi allenatori.

SECONDO TEMPO - La seconda parte della gara, come era logico aspettarsi, ha regalato maggiori emozioni e qualche occasione in più di realizzazione.
Il Trani ci prova. Mister Pettinicchio rinforza il reparto avanzato inserendo Pisani al posto di Fumai e la gara biancazzurra cambia decisamente volto.
Gia' al 5' il Corato rischia la capitolazione: sul tiro di Piscopo a Paternicò sfugge la palla, ma per sua fortuna la sfera termina in calcio d’angolo.
Due minuti più tardi Pisani va in gol, ma il giudice di linea segnala la posizione di offside e il sig. Meleleo di Casarano non puo' far altro che annullare strozzando in gola l'urlo di gioia del bomber campano.
Il Trani ci mette il cuore, sospinto dal proprio pubblico, alla ricerca del gol, ma il Corato e' attento a chiudere ogni spazio.
Bella azione personale al 12’di Visconti il quale, in serpentina tra le strette maglie della difesa coratina, calcia a rete ma Paternicò, bravo nell’occasione, si riscatta respingendogli la palla in calcio d’angolo.
Senza velleità il tiro al volo in girata di Genco al 20’ ma comunque bello per il gesto atletico.
Il tanto agognato gol arriva al 30' esatto per merito del bravo Crisantemo il quale, servito sul vertice alto di destra dell'area avversaria, vede Paternico' leggermente fuori dai pali e lo beffa con uno spiovente che si insacca all’incrocio dei pali, lasciando di stucco l'estremo difensore e l'intera retroguardia neroverde.
Per l'attaccante giunto a dicembre alla corte di patron Flora e' la terza marcatura in maglia biancazzurra (seconda consecutiva), festeggiata giustamente insieme ai suoi compagni sotto il settore dei tifosi di casa.
Il Corato accusa il colpo, ma tenta di reagire più d'orgoglio che di sostanza non creando, poi, grosse azioni pericolose per il portiere tranese che, insieme ai suoi compagni, amministrano la gara senza troppi patemi fino al 90'.
Per coronare e festeggiare nel migliore dei modi questa sofferta vittoria, ci mancava solo un risultato positivo da Terlizzi, che non tarda ad arrivare.
Va cosi' in archivio con una vittoria importantissima il derby contro il Corato, ma la squadra neroverde vista quest’oggi, nonostante la sconfitta, ha concrete possibilità di allontanarsi da una posizione di classifica che inizia a farsi preoccupante.
La Fortis, che supera il Terlizzi in classifica al terzo posto, invece, gioisce ma non puo' concedersi cali di concentrazione. Tra sette giorni la attende un altro derby, quello del "Ponte Lama" in casa del Bisceglie e, per continuare a coltivare il sogno promozione, l'unico risultato da inseguire e' la vittoria sperando che, dal concomitante scontro diretto in programma nel Salento tra Nardo' e Liberty possano arrivare altre buone notizie.
L'Atletico Corato del presidente Rutigliano, invece, ritornera' domenica tra le mura amiche per affrontare un match decisivo in chiave salvezza contro un Sogliano in caduta libera, ma sempre da temere.


▼ Le foto del match a cura di V.Chicco e L. Zitoli




FORTIS TRANI
Perina, Rizzi (86' Cinquepalmi), Visconti, Vittorio (70' Ragno), Amato, Sabini, Piscopo, Fabiano, Fumai (46' Pisani), Crisantemo, Genco.

ATLETICO CORATO
Paternicò, Gusmai, Schirone, Picciarello, Abbrescia, Baldassarre, Ricci, Selvarolo (37’ D’Ambrosio), Di Domenico (13’ Di Senso), Mastrorillo (63' Campanale).

Arbitro: Meleleo di Casarano
Marcatori: 75' Crisantemo
Ammoniti: Crisantemo, Piscopo TRA / Picciariello COR
Espulsi: nessuno

1 commento:

falcone.alessan2007 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.