Ricordiamo a tutti i lettori che mettiamo a disposizione un sistema aperto che permette nella maniera più democratica di commentare liberamente qualunque notizia, attivando così dei forum di discussione. E' un modo di partecipazione alla vita calcistica dell'Eccellenza pugliese, ma non deve diventare occasione di sfogo volgare. Mantenete sempre alto il livello di civiltà ed evitate di offendere gli interlocutori. Per commentare le notizie occorre disporre di un profilo GOOGLE o BLOGGER.

Lucera Calcio - Nardo' Calcio 2-3 *VIDEO*

Il match dai due punti di vista

▼ dagli spalti biancocelesti

31 gennaio 2010
da Sundayradio.it
Il Lucera fa harakiri già nei primi venti minuti della gara, concedendo al Nardò due clamorose occasioni che i neretini hanno sfruttato al meglio (nella foto: l'esultanza granata dopo un gol - F. Pero). Esordio con goal del diciottenne Porcelli giunto in settimana dal Manfredonia.

PRIMO TEMPO - Zito deve fare a meno di Salinno e Di Maggio, squalificati, e di Curci, ancora alle prese con i postumi dell'infortunio rimediato contro il Real Altamura.
Partita difficile contro la capolista che sente sul collo il fiato del Liberty e non può concedersi battute d'arresto. Ci pensano, però, i padroni di casa a rendere subito piacevole la trasferta in Capitanata dei Neretini.
Al 2', infatti, una dormita generale spiana la strada della porta a Montaldi. Dopo un fallo su Masturzo, che finisce a terra, i compagni si aspettano l'intervento dell'arbitro, Rapuano di Rimini, ma il gioco prosegue; Giacobbe, sorpreso, non può opporsi al tiro scoccato al limite dell'area.
Gara in salita per il Lucera che, generosamente, cerca di organizzare una reazione, ma l'asfissiante pressing del Nardò e il costante raddoppio di marcatura rende l'impresa complicata. Tuttavia, all'8', Cannarozzi riceve palla da Quaresimale, si gira e, dal limite, sfiora la traversa.
Gli ospiti giocano duro, ai limiti della correttezza, e, dopo un colpo di testa di poco al lato, al 15', di Quaresimale, raddoppiano, al 19', grazie all'inguardabile Vacca che con un retro passaggio serve Di Rito che ringrazia, si invola solitario verso Giacobbe e insacca.
Cade il mondo al Comunale; Natale è passato da un pezzo, ma è ancora tempo di regali.
Il Lucera non rinuncia ad avanzare, anche se la manovra è spesso poco lucida; i Granata sono, però, svelti di mente e di gambe, ma soffrono qualche accelerata di Quaresimale e Di Gioia.
Al 29', bello spunto di Da Bellonio che salta un avversario e lascia partire un pallone che sorvola di poco la traversa.
Il Nardò amministra il doppio vantaggio; rare le sue proiezioni offensive pericolose, frequenti gli interventi sulle gambe degli avversari. Al 45', un'entrata killer di Montaldi da tergo su Mascia induce l'arbitro ad estrarre il sacrosanto cartellino rosso; la squadra salentina, dimostrando grande compattezza, non risente dell'inferiorità numerica.
Il Lucera riapre la gara, al 48', con Cannarozzi che trasforma un calcio di rigore assegnato per atterramento di Di Gioia nel corso di un'azione confusa.
Un minuto dopo, il vergognoso episodio che vede protagonista De Padova. Il capitano del Nardò, a palla lontana, rifila un calcione negli stinchi a Di Gioia che stramazza a terra. Nessuna sanzione a suo carico.

SECONDO TEMPO - La ripresa comincia con una nuova papera di Vacca a cui rimedia Giacobbe, uscendo quasi sui piedi dell'accorrente Di Rito.
Al 5', l'episodio controverso del terzo goal degli ospiti. Contessa, da sinistra e quasi da fondo campo, effettua un tiro-cross che Giacobbe respinge; per il guardalinee, la palla avrebbe oltrepassato la linea bianca prima dell'intervento dell'estremo di casa. L'arbitro, su segnalazione del collaboratore, assegna la rete tra le vibranti proteste dei giocatori biancocelesti e del pubblico.
Il Lucera accusa il colpo e, senza idee, barcolla come un pugile suonato. Zito, allora, fa esordire il giovane Porcelli e manda in campo Pepe al posto dell'invisibile Riontino.
Ma è il Nardò, al 24', a mostrare ancora i muscoli con un'incursione di Di Rito a cui mette una pezza disperata Giacobbe.
Dopo la mezz'ora, il Lucera si produce nel forcing finale approfittando di un vistoso arretramento degli ospiti. Si gioca quasi solo nella metà campo neretina. Al 31', su corner di Pepe, Vacca, di testa, manda di poco a lato; passano pochi secondi e il numero sei di casa, con un nuovo errore, favorisce un tiro di Frascolla che sfiora un palo.
Al 33', Masturzo manda di poco a lato sugli sviluppi di una punizione battuta da sinistra da Pepe.
Al 38', veloce manovra biancoceleste con Masturzo che supera di slancio due avversari e lascia a Cannarozzi che serve Quaresimale, il cui debole tiro è bloccato da Bassi. Il martellamento dei padroni di casa è ora continuo, il Nardò, in affanno, appena può, perde tempo.
Al 41', come un treno, Masturzo semina il panico sulla sinistra, il cross è intercettato di testa da Porcelli, palla di poco a lato. E' solo il tiro di aggiustamento. Infatti, si replica al 43' e il giovane Porcelli non fallisce, beffando Bassi non privo di colpe.
I minuti del recupero sono concitati; il Nardò è davvero alle corde; il Lucera spera nel pareggio, che sarebbe ampiamente meritato. Ma, Quaresimale, al 49', come successo in altre partite, coglie solo il palo.
Domenica 7 febbraio, trasferta difficile a Manduria.

▼ dagli spalti granata

31 gennaio 2010
di ALESSANDRO CAPOTI
Vittoria sofferta, vittoria esaltante, vittoria fortunata ma soprattutto meritata. Un Nardò organizzato e combattivo porta a casa tre punti fondamentali per la corsa alla Serie D.
I Granata sono partiti subito a mille come ormai accade nelle ultime partite, facendo pesare la superiorità tecnica dei singoli e la determinazione nella ricerca del risultato.

PRIMO TEMPO - Al 2’ Montaldi si libera sulla destra e fa partire un diagonale imprendibile per Giacobbe. Toro subito in vantaggio.
Il Lucera abbozza una reazione ma è il Nardò a menare le danze con Contessa e Montaldi sulle fasce, Ruggiero e Moreno in mezzo al campo e Di Rito in avanscoperta.
I locali ottengono grazie alla verve di Da Bellonio e Quaresimale diversi calci piazzati che però la difesa neretina sventa senza troppi affanni. Al 16’ Bassi para agevolmente su colpo di testa di Quaresimale.
Nel momento in cui i foggiani guadagnano terreno inquadrando i Granata nella loro metà campo arriva il raddoppio. Al 20’ Vacca scherza col fuoco in disimpegno e Di Rito gli ruba palla. Il puntero argentino fila verso la porta e batte inesorabilmente Giacobbe. 2-0 e partita in ghiaccio.
Il Lucera non ci sta. Al 25’ Bassi è costretto ad uscire sui piedi di Cannarozzi e a bloccarne la puntata a rete.
Al 29’ Da Bellonio sfiora la traversa con un gran tiro dal limite.
Il Nardò cerca di ripartire con Moreno, Di Rito e Montaldi ma la pressione lucerina si fa sentire.
Al 35' punizione di Da Bellonio deviata dalla barriera. Raponi e Marini hanno il loro bel da fare per sventare i cross di Rizzi e Quaresimale. Ma il Nardò tiene saldamente il campo.
Al 40’ l’episodio che cambia il match. Montaldi subisce fallo e da terra colpisce Mascia. L’arbitro gli sventola il cartellino rosso.
Il Lucera fiuta il sangue e si riversa subito in attacco. L’arbitro sale in cattedra e prima concede 6 minuti di recupero poi al 50’ vede un fantomatico fallo in area su Cannarozzi e concede il rigore. Dal dischetto realizza l’ex capocannoniere lucerino e riapre la partita.

SECONDO TEMPO - Ripresa con il Lucera subito in avanti. Al 2’ cross radente di Rizzi ma Bassi non si fa sorprendere.
Al 3’ Contessa scende sulla sinistra e fa partire un tiro-cross radente che inganna Giacobbe. Il portiere lucerino abbozza la parata con ritardo e non riesce a sventare il goal. Proteste reiterate dei ragazzi di Pitta ma il pallone ha varcato la linea di porta nettamente.
Il Lucera insiste in attacco. Zito manda in campo Pepe al posto di Riontino che appena un minuto prima aveva rischiato il cartellino rosso.
Al 19’ Bassi esce e sventa la minaccia di Cannarozzi su lungo lancio di Da Bellonio.
Forcing avvolgente del Lucera. Nardò arroccato in difesa.
Al 25’ il Toro rompe l’assedio e sfiora il quarto goal con Di Rito. Giacobbe gli sbarra la porta da distanza ravvicinata. Longo fa rifiatare Di Rito e lo sostituisce con Veron.
Al 30’ colpo di testa di Masturzo che fa la barba al palo. Il Toro risponde con un’incursione di Frascolla che Giacobbe para con difficoltà.
Zito manda in campo Pellegrino per Bagot. Longo toglie Turitto per Colletta.
Al 34’ Masturzo si trova solo a colpire di testa davanti a Bassi ma indirizza fuori.
Il Nardò arretra il baricentro e mette il naso fuori dalla metà campo per un corner al 38’. Il cross di Moreno viene sventato.
Al 41’ Marini toglie dalla linea di porta un cross di Rizzi destinato in rete.
Al 43’ arriva la scossa. Porcelli colpisce di testa, Bassi scivola sul piede d’appoggio e non riesce a deviare il pallone dalla sua corsa in rete.
Finale tachicardico. Il Lucera si getta all’assalto. Longo si gioca la carta Calabuig al posto di Moreno.
5’ di recupero e proprio al 50’ il brivido finale. Corner di Rizzi e palo di Quaresimale con Bassi battuto.
Un tocco di fortuna a coronare una prestazione di grande carattere.
Il Nardò allunga in testa alla classifica dopo aver sofferto forse troppo. Un’ingenuità di Montaldi ha costretto il Nardò all’inferiorità numerica e una troppo precoce rinuncia al gioco ha messo in condizione il Lucera di disporre di ampi spazi di manovra e di farsi pericoloso fino all’ultimo minuto.
Quel che conta è che il Nardò porta a casa tre punti di capitale importanza, imprimendo un’importante accelerazione alla corsa per la D.

(Nardocalcio.com)

▼ Gli Highlights della gara a cura di Tele Rama




LUCERA CALCIO
Giacobbe, Mascia, Rizzi, Riontino (61' Pepe), Masturzo, Vacca, Bagot (78' Pellegrino N.), Quaresimale, Cannarozzi, Da Bellonio, Di Gioia (52' Porcelli). A disp. Montuori, Bonvino, Piccirillo, De Stasio.

NARDO' CALCIO
Bassi, De Padova, Contessa, Ruggiero, Raponi, Marini, Montaldi, Frascolla, Di Rito (71' Veron), Moreno (89' Calabuig), Turitto (75' Colletta). A disp. Cottet, Tartaglia, Parlacino, De Benedictis.

Arbitro: Rapuano di Rimini
Marcatori: 3' Montaldi NAR, 20' Di Rito NAR, 45' + 4' rig. Cannarozzi LUC, 48' Contessa NAR, 87' Porcelli LUC
Ammoniti: Riontino LUC / De Padova, Raponi, Turitto NAR
Espulsi: 45' Montaldi (NAR) rosso diretto

5 commenti:

Clash81 ha detto...

E CHI CI FERMA PIU'?
SALUTATE LA CAPOLISTA +4 CONTRO TUTTI I TIRAPIEDI!

CANNAROZZI &CO OGGI AVETE FATTO LA PARTITA DELLA VITA!

3 PAPPINE E TUTTI A CASAAAAA!

Giorgio ha detto...

Oggi non commenta nessuno! Un rigore pressochè inesistente, visto solamente dall'arbitro, e un espulsione subita nel primo tempo per una reazione ad un avversario che aveva furbescamente calpestato la testa di Montaldi coi tacchetti...dove stanno tutti quelli, tranesi, terlizzesi & co. che dicevano che il Nardò vinceva grazie a presunti favori arbitrali? Smentiti sul campo! La verità è che questa squadra è più forte di tutto e di tutti...persino di Loporchio e di Di Candia, per intenderci..."inteligenti pauca"

NOS. ha detto...

Con la vittoria di ieri abbiam vinto 3/4 di campionato.... avanti torooooo

terlizzicalcio ha detto...

Niente da dire a questo Toro... Ha approfittato di una difesa del Lucera, che era a sciare sulla neve del gargano... Purtroppo o x fortuna i difensori, in eccellenza, non sono tutti cosi... P.S. Un vero giocatore (mi riferisco a Montaldi) non è Grande solo quando mette la palla in rete, ma anche quando riesce a trattenere le reazioni. Quest'anno ci sono state espulsioni per molto meno...

zanard ha detto...

Grazie Nardò.............!!!!

Lucerini arriviamo!

Saluti da Cerignola.