Ricordiamo a tutti i lettori che mettiamo a disposizione un sistema aperto che permette nella maniera più democratica di commentare liberamente qualunque notizia, attivando così dei forum di discussione. E' un modo di partecipazione alla vita calcistica dell'Eccellenza pugliese, ma non deve diventare occasione di sfogo volgare. Mantenete sempre alto il livello di civiltà ed evitate di offendere gli interlocutori. Per commentare le notizie occorre disporre di un profilo GOOGLE o BLOGGER.

Taurisano: Brigante protagonista indiscusso: "Sfatato il tabu' interno"

07 gennaio 2010
di GIUSEPPE MARTELLA
E’ Mino Brigante la Befana del Taurisano.
Nel giorno dell’Epifania, è il fantasista brindisino l’assoluto protagonista della prima vittoria stagionale casalinga dei granata: per lui due gol (nella foto: il rigore dell' 1-1) e un assist nella gara vinta contro l’Altamura.

«Finalmente – sottolinea il numero dieci del Taurisano – ci siamo sbloccati anche nelle partite interne. Poco importa avere vinto in campo neutro, è stato importante sfatare un tabù che ci portavamo dietro dall’inizio della stagione».

Anche contro l’Altamura, le cose non si erano messe bene: «Ci siamo trovati immeritatamente in svantaggio e negli spogliatoi abbiamo preso una scossa salutare».
«Dedichiamo questa vittoria – dichiara Brigante, parlando a nome di tutta la squadra - al presidente Gianluigi Rosafio, che sta facendo sacrifici enormi, e al nostro allenatore, Diego Favonio. Domenica ci attende la sfidà di Nardò, sono sicuro che sapremo farci rispettare».

Soddisfazione per la vittoria anche nella dirigenza.
«Era troppo importante – ammette il direttore generale del Taurisano, Rocco Maggio – fare risultato contro l’undici di Catalano. Tutti insieme, calciatori, tecnici e dirigenti, abbiamo fatto un blocco unico in questo momento di difficoltà, convinti di avere le potenzialità per uscire da una situazione difficile».

Per non lasciare nulla di intentato, Maggio continua a guardarsi intorno alla ricerca di elementi utili a puntellare l’organico.
«Possibile – conclude il diggì – che presto arrivino delle novità nel settore degli under e degli attaccanti».

(G.d.M.)

Nessun commento: